E mmò: il brano inedito de ” gli ultimi saranno ” per chiedere #teatroinognicarcere

E ‘mmò” è il titolo del primo brano originale composto e interpretato dai componenti del collettivo Gli Ultimi Saranno.

Le canzoni sono state, durante il nostro percorso di eventi all’interno delle carceri, il modo più efficace di comunicare:

con le canzoni ci siamo presentati, ci siamo capiti, e, in qualche modo, tra i volumi alti, nel rumore, abbiamo soprattutto avuto modo di ascoltare, e di imparare da chi, forse, aveva l’impressione di non avere niente da dire.

Abbiamo continuamente modificato il nostro repertorio, portando sul palco canzoni scritte tempo prima, da alcuni di noi o da altri, poi, un anno fa, il mondo si è fermato, e noi non abbiamo più potuto suonare, né ascoltare. Ci è mancata molto quella strana sensazione di reciproca pienezza, eppure di insoddisfazione, la pace e la rabbia che ci stavano a fianco, ogni volta, su ogni palco.

L’impossibilità aumenta la distanza delle cose, abbiamo imparato anche questo da chi ci ascoltava, ma permette di pensarci da lontano, di capire meglio, come si guarda da adulti una vecchia foto.

Così, abbiamo preso quello che c’era rimasto dai nostri viaggi: le centinaia di storie incontrate, storie di cui non abbiamo mai chiesto, ma che abbiamo visto in una risata difficile, in una lacrima asciugata subito, in un goffo e tenero “grazie” ripetuto fin troppe volte per essere cortesia, e di tante vite, abbiamo deciso di raccontarne una che somigliasse a tutte, ed è nata “E ‘mmò”, la nostra prima canzone.

Abbiamo deciso di non comparire nel videoclip, e lasciare le immagini al volto di Cosimo Rega, attore e detenuto da oltre trent’anni.

Il brano fa parte della campagna #teatroinognicarcere, con cui chiediamo insieme a operatori, associazioni e artisti, di avere una struttura teatrale e un laboratorio attivo in ogni istituto di detenzione.

Vi presentiamo questa nostra creatura, sperando di poterla dedicare presto a tutte le persone che l’hanno ispirata.

“E ‘mmò” – videoclip ufficiale

Leggi l’articolo di Repubblica

Raffaele Bruno e Federica Palo – voci recitanti

Maurizio Capone – voce, percussioni e tubolophon

Enzo LUK Colursi – voce e piano elettrico

Carla Grimaldi – violino Massimo Di Vita – chitarra elettrica e percussioni

testo di Raffaele Bruno

musica di Emanuele Giovanni Aprile, M. Capone, E. Colursi, M. De Vita.

Masterizzato da Luca Stefanelli

distribuito dall’etichetta discografica Soundfly.

Regia videoclip di Alessandro Freschi (Frè)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...